giovedì 1 gennaio 2015

Il gelo sopra Berlino.


Ho un limite.
Odio il freddo.
I miei sensi si rifiutano di operare a temperature al di sotto dei 5°. Con gli amici scherzo che sarei dovuta nascere sull'Equatore. 
Anche per questo cerco di limitare i viaggi in questo periodo dell'anno se non per delle vere e proprie gite di giornata, che si rivelano nella maggior parte dei casi vere e proprie sofferenze.

E' stato così per Berlino. Ci sono stata con una cara amica e sia io che lei (me le scelgo bene le amicizie) abbiamo patito le pene dell'inferno mentre il termometro segnava -11° sotto zero. Per quanto fossi vestita a cipolla e attrezzata a dovere non riuscivo a ragionare e godermi la città. Con il freddo divento insofferente, irascibile. Non mi piaccio. 
A Berlino è stato così: una lamentela continua tra una tazza fumante di cioccolata calda in qualche caffè del Mitte e alla disperata ricerca di quel calore che solo l'arte sa offrire, all'Isola dei Musei.

Quest'anno ero tentata da un weekend nella capitale ungherese, ma ho desistito per lo stesso motivo. Il gelo. Il ghiaccio penetrante che ti entra nelle ossa, la neve e tutte quelle sfumature di grigio che rattristano un pò. Vedrò Budapest in primavera e sarò ben lieta di coccolarmi un po' alle terme riscaldata dal sole.


3 commenti:

  1. Come ti capisco ... impossibile che fotografo con il gelo !!
    Ciao Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No guarda con i guanti poi non riesco a scattare e senza mi si ghiacciano le mani :'( Viva l'estate!

      Elimina
  2. Beh...hai fatto comunque queste due bellissime foto! :) Anche io odio il freddo, dai resistiamo che manca poco alla bella stagione!

    RispondiElimina